Marchese editore

Gli esiliati - 0
Gli esiliati
10 EUR
Solo negli ultimi anni Horacio Quiroga, maestro riconosciuto del racconto ispanoamericano, ha ricevuto finalmente l’attenzione del pubblico italiano. Gli esiliati è sicuramente una delle sue opere più interessanti: pubblicata per la prima volta a Buenos Aires nel 1926, rappresenta un grande mosaico colorato, le cui tessere sono sapientemente collocate per offrire un risultato indipendente e insieme uniforme. Dal potente ritorno di Anaconda al freddo e lucido uomo morto, passando per il pellegrinaggio finale degli esiliati e bevendo un po’ della loro cara acquavite, si ha la sensazione di essere sospesi e intrappolati in quest’ambientazione un po’ materna un po’ assassina, che non risparmia nessuno. I personaggi di questi racconti hanno certamente un elemento in comune con l’uomo di ieri, di oggi e di domani. Come noi, nonostante tutto e a dispetto di tutto, portano dentro un profondo, impercettibile sentimento d’esilio che li rende inquieti, malinconici, disadattati. Insomma, non sorprendetevi se a lettura ultimata, guardandovi allo specchio, scorgerete i tratti di Van Houten, Joao Pedro o Juan Brown, poiché in verità loro hanno sempre abitato dentro di voi.